martedì 19 maggio 2015

Self-Service cannibalesco








Nell’homepage della rivista Streifzüge, il 29 aprile 2015 è comparso un omaggio a Robert Kurz, pubblicato prima su Nachdenkseiten, con il titolo Das Nirwana des Geldes. Zum Gedenken an Robert Kurz [Il nirvana del denaro. In memoria di Robert Kurz], di Götz Eisenberg. Vi è qui un’usurpazione fraudolenta di Robert Kurz, come in un self-service cannibalesco. Robert Kurz, dalla scissione di Krisis nel 2004 fino alla sua morte nel 2012, non si è mai stancato di attaccare una critica del valore riduttiva che, frantumata e vitalista, si sforza di ottenere un “impatto diffuso” in modo populista. Soprattutto nel testo Seelenverkäufer. Wie die Kritik der Warengesellschaft selbst zur Ware wird [Venditori di anime. Come la critica della società delle merci si trasforma essa stessa in una merce], egli ha sottoposto a una severa critica l’immagine di sé e l’orientamento pluralista di Streifzüge, quale esempio di “movimento interno della contraddizione di forma e contenuto della critica categoriale”.

Questa critica è silenziosamente ignorata da Streifzüge e lascia intendere che Robert Kurz sia sempre stato uno di “loro”. Ciò si riflette anche dall’idea che viene data di Robert Kurz dopo il testo, presentandolo come “coeditore della rivista Krisis e membro del gruppo con lo stesso nome finché questo non si ruppe per dissidi interni”. Non una parola di Streifzüge sul fatto che questi “conflitti interni” hanno avuto per contenuto, non in ultimo, una popolarizzazione problematica e che ciò ha portato alla creazione della rivista teorica EXIT!. Per farsi un’idea della relazione tra Robert Kurz, che di fatto ormai non può più difendersi, e Streifzüge, e per prevenire l’Alzheimer, si segnala vivamente di nuovo il testo Seelenverkäufer [Venditori di anime] del 2010, così come tutta la rubrica Zur Kritik der verkürzten Wertkritik [Per la critica della critica del valore riduttiva] sulla homepage di EXIT!, dove anche altri autori e autrici presentano contributi riguardo questo tema. 


Roswitha Scholz per la redazione di EXIT


lpz